Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | chiudi

Le polizze per gli avvocati obbligatorie dall'11 Ottobre 2017

venerdì, 08 settembre 2017

È fissata per l'11 ottobre del corrente anno l'obbligatorietà per gli avvocati di dotarsi di una polizza R.C. Professionale.
A stabilire l'
obbligo assicurativo è il Decreto emanato dal Ministero della Giustizia il 22 settembre del 2016. La sua inadempienza comporterà al professionista la cancellazione dall'Albo di riferimento. Causa: la mancanza di uno dei requisiti fondamentali previsti per esercitare la professione.


La R.C. Professionale avvocati

La legge n. 247/2012 dà il via all'assicurazione obbligatoria per la professione legale. Al giorno d'oggi sono meno della metà gli avvocati che usufruiscono di una polizza R.C. Professionale; il numero si rimpicciolisce ulteriormente se si guarda nello specifico a un'altra copertura assicurativa, quella contro gli infortuni. Secondo le necessità della professione la copertura assicurativa degli avvocati dev'essere una copertura a 360°.
Quindi entreranno a far parte dell'obbligo assicurativo i danni colposi o con colpa grave, siano essi patrimoniali o non patrimoniali, temporanei o permanenti, indiretti e futuri, che l'avvocato nell'esercizio della sua professione può arrecare ai clienti, alle controparti e anche a terzi. Questi ultimi non devono essere né componenti del nucleo familiare del professionista né suoi collaboratori. L'assicurazione, inoltre, deve essere estesa ai praticanti, ai collaboratori dipendenti e ai sostituti processuali sia per i fatti colposi che per quelli dolosi. Oltre a ciò è altresì prevista la responsabilità per i danni che derivano dalla custodia di somme di denaro, di documentazione, di titoli e di valori avuti come deposito dai propri clienti oppure dalle controparti.

Con la R.C. Professionale anche i familiari del professionista godranno di tutela; gli eredi infatti potranno usufruire di una retroattività senza limiti e di un'ultrattività di 10 anni per i legali che finiscono di esercitare la professione mentre la polizza risulta ancora attiva. Sia le fasce di rischio che i massimali verranno tarati in base al reddito prodotto da ciascun professionista.

Come già accennato, inoltre, gli avvocati saranno altresì sottoposti a obbligo assicurativo anche sugli infortuni. L'assicurazione è prevista per tutti coloro, siano essi avvocati, praticanti o collaboratori, privi di copertura Inail.
Ma qual è il raggio d'azione di queste polizze? Esse riguardano qualsiasi tipologia di infortunio che può verificarsi durante lo svolgimento della professione. Tra i rischi coperti da polizza anche quelli legati agli spostamenti.


R.C. Professionale avvocati: schema esplicativo dei dettami del Ministero della Giustizia

Entrando maggiormente nel merito delle R.C. Professionali, queste ultime dovranno rispettare tutti i dettami messi a punto dal Ministero della Giustizia, ovvero dovranno garantire:

- la copertura sulla responsabilità civile per qualunque danno causato dal professionista in maniera colposa ai propri clienti oppure a terzi durante la sua attività; detta copertura viene estesa anche per i danni dolosi causati dai sostituti processuali, dai collaboratori dell'avvocato, dai suoi praticanti, dai suoi dipendenti;

- la copertura per colpa grave;

- la possibilità di allargare l'assicurazione anche alle altre attività eseguite dal legale e per le quali esso risulta abilitato;


- la retroattività senza limiti e l'ultrattività di un decennio in favore degli eredi;


- le clausole che, davanti alla denuncia di un qualsiasi sinistro, proibiscono in maniera esplicita il diritto di recesso dell’assicuratore;


- la copertura infortuni, qualora se ne siano verificati durante l'attività lavorativa.

I criteri stabiliti dal Ministero dovranno essere rispettati anche dalle polizze stipulate in un periodo precedente all'entrata in vigore del decreto.


Assicurazione contro gli infortuni

Come recita l'articolo 4 del decreto legge 22 settembre 2016, l'assicurazione contro gli infortuni è prevista per gli avvocati, per i loro collaboratori, per i loro praticanti e per i loro dipendenti solamente nel caso in cui non sia attiva la copertura Inail.

Questa polizza assicurativa copre gli infortuni verificatasi durante l'espletamento dell'avvocatura, sia che si siano verificati a causa di essa sia che si siano verificati in occasione di essa. Detto ciò, è  doveroso precisare che la polizza copre la morte causata dall'attività o verificatasi in occasione dell'attività, l'invalidità permanente, l'invalidità temporanea e le spese mediche.  

Come già accennato, inoltre, anche l'infortunio causato dagli spostamenti è provvisto di copertura assicurativa.
Tutti gli estremi delle polizze assicurative obbligatorie devono essere disponibili a terzi sia tramite l'Ordine professionale di riferimento, sia tramite il Consiglio Nazionale Forense (acronimo CNF), sia tramite i propri siti web.

Le somme minime assicurate riguardano:

- 100 mila euro in caso di morte (100.000,00);

- 100 mila euro in caso invalidità permanente;

- 50 euro quale indennità giornaliera in caso di inabilità temporanea.


Al passo con i tempi insieme alle soluzioni assicurative di Esedra Broker

Un nome una garanzia. Da sempre il broker Esedra offre infatti ai suoi clienti polizze assicurative innovative, che prendono in considerazione il costante mutare di un mercato in divenire. Grazie a una proficua collaborazione con altre compagnie assicurative specializzate sia italiane che estere, il broker Esedra è in grado di fornire polizze dedicate a qualsiasi figura professionale. Scegliendo l'intermediazione di Esedra qualsiasi libero professionista potrà godere di un'assicurazione creata su misura. Detto altrimenti, il broker si occuperà di studiare un piano personalizzato in funzione della specifica attività professionale. Dunque, in vista dell'entrata in vigore della R.C. Professionale avvocati, con Esedra qualsiasi legale avrà la garanzia di stipulare una polizza che assicura al meglio la propria attività.


Non solo singoli professionisti. Il broker è infatti in grado di fornire ottime proposte assicurative anche per realtà più composite come gli studi legali. Ogni soluzione proposta da Esedra sarà in linea con i criteri richiesti dalla nuova legge.

In ogni caso, di qualunque informazione necessiti in merito alle proposte Esedra, potrai fare chiarezza usufruendo di una consulenza gratuita che il broker dedica a tutte le sue utenze. Per metterti in contatto con i professionisti del team Esedra dovrai recarti in visita in una delle due sedi lombarde, rispettivamente a Milano e a Lecco. Entrambe sono contattabili anche telefonicamente.

Ancora, volendo potrai compilare il form che trovi nel sito ufficiale del broker all'indirizzo web:

Clicca qui per un preventivo

Entro 24 ore dall'invio della tua richiesta riceverai la telefonata di uno dei professionisti del team Esedra.

Se preferisci visitare una delle sue agenzie troverai quella milanese al n° 19 di via Emilio Cornalia; (la sede è contattabile al numero telefonico: 02 45472300) e l'agenzia di Lecco al n° 63 di via Lorenzo Balicco (il suo numero di telefono è il seguente: 02 45472330).

Scarica l'allegato: Assicurazione Obbligatoria Avvocati DM 238/2016 (69,12 Kb)
Aggiungi al tuo calendario   2017-09-08 2017-09-08 38 Le polizze per gli avvocati obbligatorie dall'11 Ottobre 2017 È fissata per l'11 ottobre del corrente anno l'obbligatorietà per gli avvocati di dotarsi di una polizza R.C. Professionale. A stabilire l'obbligo assicurativo è il Decreto emanato dal Ministero della Giustizia il 22 settembre del 2016. La sua inadempienza comporterà al professionista la cancellazione dall'Albo di riferimento. Causa: la mancanza di uno dei requisiti fondamentali previsti per esercitare la professione.La R.C. Professionale avvocatiLa legge n. 247/2012 dà il via all'assicurazione obbligatoria per la professione legale. Al giorno d'oggi sono meno della metà gli avvocati che usufruiscono di una polizza R.C. Professionale; il numero si rimpicciolisce ulteriormente se si guarda nello specifico a un'altra copertura assicurativa, quella contro gli infortuni. Secondo le necessità della professione la copertura assicurativa degli avvocati dev'essere una copertura a 360°.Quindi entreranno a far parte dell'obbligo assicurativo i danni colposi o con colpa grave, siano essi patrimoniali o non patrimoniali, temporanei o permanenti, indiretti e futuri, che l'avvocato nell'esercizio della sua professione può arrecare ai clienti, alle controparti e anche a terzi. Questi ultimi non devono essere né componenti del nucleo familiare del professionista né suoi collaboratori. L'assicurazione, inoltre, deve essere estesa ai praticanti, ai collaboratori dipendenti e ai sostituti processuali sia per i fatti colposi che per quelli dolosi. Oltre a ciò è altresì prevista la responsabilità per i danni che derivano dalla custodia di somme di denaro, di documentazione, di titoli e di valori avuti come deposito dai propri clienti oppure dalle controparti.Con la R.C. Professionale anche i familiari del professionista godranno di tutela; gli eredi infatti potranno usufruire di una retroattività senza limiti e di un'ultrattività di 10 anni per i legali che finiscono di esercitare la professione mentre la polizza risulta ancora attiva. Sia le fasce di rischio che i massimali verranno tarati in base al reddito prodotto da ciascun professionista.Come già accennato, inoltre, gli avvocati saranno altresì sottoposti a obbligo assicurativo anche sugli infortuni. L'assicurazione è prevista per tutti coloro, siano essi avvocati, praticanti o collaboratori, privi di copertura Inail.Ma qual è il raggio d'azione di queste polizze? Esse riguardano qualsiasi tipologia di infortunio che può verificarsi durante lo svolgimento della professione. Tra i rischi coperti da polizza anche quelli legati agli spostamenti. R.C. Professionale avvocati: schema esplicativo dei dettami del Ministero della Giustizia Entrando maggiormente nel merito delle R.C. Professionali, queste ultime dovranno rispettare tutti i dettami messi a punto dal Ministero della Giustizia, ovvero dovranno garantire:- la copertura sulla responsabilità civile per qualunque danno causato dal professionista in maniera colposa ai propri clienti oppure a terzi durante la sua attività; detta copertura viene estesa anche per i danni dolosi causati dai sostituti processuali, dai collaboratori dell'avvocato, dai suoi praticanti, dai suoi dipendenti;- la copertura per colpa grave;- la possibilità di allargare l'assicurazione anche alle altre attività eseguite dal legale e per le quali esso risulta abilitato; - la retroattività senza limiti e l'ultrattività di un decennio in favore degli eredi; - le clausole che, davanti alla denuncia di un qualsiasi sinistro, proibiscono in maniera esplicita il diritto di recesso dell’assicuratore; - la copertura infortuni, qualora se ne siano verificati durante l'attività lavorativa.I criteri stabiliti dal Ministero dovranno essere rispettati anche dalle polizze stipulate in un periodo precedente all'entrata in vigore del decreto. Assicurazione contro gli infortuniCome recita l'articolo 4 del decreto legge 22 settembre 2016, l'assicurazione contro gli infortuni è prevista per gli avvocati, per i loro collaboratori, per i loro praticanti e per i loro dipendenti solamente nel caso in cui non sia attiva la copertura Inail.Questa polizza assicurativa copre gli infortuni verificatasi durante l'espletamento dell'avvocatura, sia che si siano verificati a causa di essa sia che si siano verificati in occasione di essa. Detto ciò, è  doveroso precisare che la polizza copre la morte causata dall'attività o verificatasi in occasione dell'attività, l'invalidità permanente, l'invalidità temporanea e le spese mediche.  Come già accennato, inoltre, anche l'infortunio causato dagli spostamenti è provvisto di copertura assicurativa. Tutti gli estremi delle polizze assicurative obbligatorie devono essere disponibili a terzi sia tramite l'Ordine professionale di riferimento, sia tramite il Consiglio Nazionale Forense (acronimo CNF), sia tramite i propri siti web.Le somme minime assicurate riguardano:- 100 mila euro in caso di morte (100.000,00);- 100 mila euro in caso invalidità permanente;- 50 euro quale indennità giornaliera in caso di inabilità temporanea. Al passo con i tempi insieme alle soluzioni assicurative di Esedra BrokerUn nome una garanzia. Da sempre il broker Esedra offre infatti ai suoi clienti polizze assicurative innovative, che prendono in considerazione il costante mutare di un mercato in divenire. Grazie a una proficua collaborazione con altre compagnie assicurative specializzate sia italiane che estere, il broker Esedra è in grado di fornire polizze dedicate a qualsiasi figura professionale. Scegliendo l'intermediazione di Esedra qualsiasi libero professionista potrà godere di un'assicurazione creata su misura. Detto altrimenti, il broker si occuperà di studiare un piano personalizzato in funzione della specifica attività professionale. Dunque, in vista dell'entrata in vigore della R.C. Professionale avvocati, con Esedra qualsiasi legale avrà la garanzia di stipulare una polizza che assicura al meglio la propria attività.Non solo singoli professionisti. Il broker è infatti in grado di fornire ottime proposte assicurative anche per realtà più composite come gli studi legali. Ogni soluzione proposta da Esedra sarà in linea con i criteri richiesti dalla nuova legge.In ogni caso, di qualunque informazione necessiti in merito alle proposte Esedra, potrai fare chiarezza usufruendo di una consulenza gratuita che il broker dedica a tutte le sue utenze. Per metterti in contatto con i professionisti del team Esedra dovrai recarti in visita in una delle due sedi lombarde, rispettivamente a Milano e a Lecco. Entrambe sono contattabili anche telefonicamente.Ancora, volendo potrai compilare il form che trovi nel sito ufficiale del broker all'indirizzo web:Clicca qui per un preventivoEntro 24 ore dall'invio della tua richiesta riceverai la telefonata di uno dei professionisti del team Esedra. Se preferisci visitare una delle sue agenzie troverai quella milanese al n° 19 di via Emilio Cornalia; (la sede è contattabile al numero telefonico: 02 45472300) e l'agenzia di Lecco al n° 63 di via Lorenzo Balicco (il suo numero di telefono è il seguente: 02 45472330). Location of the event Esedra Broker info@vipsrl.com false DD/MM/YYYY

Condividi questa pagina